Pozzuoli. Otto coltellate all’uscita della discoteca: in ospedale un 20enne

La violenza tra i giovani in provincia di Napoli non si ferma più: un 20 enne di Mugnano è stato accoltellato senza apparente motivo all’uscita della discoteca Golden Gate di via Campania a Pozzuoli. Il ragazzo ferito si chiama Salvatore Migliaccio ed è ricoverato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Otto colpi di coltello sferrati con una inaudita violenza da tre giovani lo hanno raggiunto su tutto il corpo, fortunatamente senza colpire organi vitali. E’ stato accompagnato in ospedale da un amico minorenne che aveva trascorso con lui la serata nella discoteca.Secondo quanto egli stesso è riuscito a raccontare ai carabinieri che indagano sul caso e quanto ricostruito dai militari l’aggressione si sarebbe verificata intorno alle 3.30 di notte. Salvatore Migliaccio era uscito dal locale e stava dirigendosi verso la propria auto, parcheggiata poco distante. D’improvviso compare un gruppetto di giovani che prima cominciano a picchiare l’amico minorenne. I due scappano ma vengono ben presto raggiunti e a quel punto il branco si avventa contro Salvatore. Prima le botte e i calci e poi le coltellate: prima a un braccio, poi a una spalla, infine ai glutei e alle gambe. Portato in ospedale e medicato non riesce a dare una spiegazione di quanto accaduto. Non avrebbero avuto ne contatti all’interno con altri giovani ne lui e l’amico avrebbero infastidito ragazze di altri. Una serata normale insomma. Salvatore Migliaccio lavora, si alza tutte mattine all’alba per andare a consegnare mozzarelle ai negozianti di latticini. Sull’aggressione stanno indagando i carabinieri della compagnia di Pozzuoli che oltre ad ascoltare il ferito e l’amico hanno preso in visione le immagini delle telecamere interne e d esterne della discoteca e quelle delle strutture pubbliche e private della zona dove è avvenuta l’aggressione. Si cerca di risalire al branco attraverso le immagini. Anche i gestori della discoteca e i dipendenti hanno dichiarato di non aver notato niente di strano e di anomalo all’interno.