22 marzo, giornata mondiale dell’acqua: un bene da difendere


Dal lontano 1992, il 22 marzo, per volontà delle Nazioni Unite, si celebra la Giornata mondiale dell’acqua. Un elemento del quale si è costantemente a contatto nella quotidianità. È utilizzata per svariati motivi, ma al giorno d’oggi diversi individui, collocati specialmente in determinati paesi, faticano nel poter usufruire di un bene così prezioso, causa siccità, oppure altri sono addirittura costretti a gestire fenomeni opposti come l’inondazione. Secondo alcune statistiche, circa due miliardi di persone hanno difficoltà a poter usufruire dell’acqua potabile e, dati alla mano, col passare del tempo il numero potrebbe addirittura aumentare vertiginosamente. L’ONU ha scelto quest’anno di presentare la relazione Nature for Water, improntata specialmente nella ricerca delle migliori soluzioni per salvaguardare questo prezioso elemento, attraverso la riforestazione e la bonifica delle aree paludose, oppure il ripristino degli ecosistemi fluviali. Un bene che va quindi difeso. Evitare sprechi simili sarebbe già un passo importante.

Total
0
Shares
Previous Article

Alto Adige,valanga travolge alpinisti, due morti

Next Article

''L'amore che mi hai dato non volerà via con te, ciao mamma!'', il manifesto della figlia di Imma

Related Posts