Agropoli, sequestro di beni per 700mila euro a imprenditore

All’esito delle risultanze investigative di una complessa verifica fiscale svolta dai Finanzieri
della Compagnia di Agropoli, il Tribunale di Vallo della Lucania ha disposto il sequestro
per equivalente di beni, somme di denaro e quote societarie pari a 700 mila euro.
Il provvedimento cautelare, eseguito nei confronti di una società operante nel settore della
costruzione di edifici residenziali e del suo legale rappresentante legale, è giunto al
termine di una complessa attività di polizia economico-finanziaria che ha visto i Finanzieri
impegnati a ricostruire la contabilità aziendale e ad accertare un’evasione fiscale pari a
700 mila euro.
A fronte del provvedimento dell’Autorità Giudiziaria le Fiamme Gialle hanno sequestrato
disponibilità finanziarie depositate sui rapporti di conto corrente postali e bancari intestati
al rappresentante legale, nonché diversi fabbricati tra cui terreni, appartamenti e garage.