Al M5S va la Camera, Fico Presidente

Roma. Roberto Fico è stato eletto presidente della Camera con voti 422. Secondo i calcoli il candidato grillino avrebbe dovuto raccogliere 490 voti ma è stato eletto con poco più di 420, il che significa che all’appello sono mancati una settantina di voti. Il Movimento 5 stelle conta 228 deputati e Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia arrivano insieme a poco più di 260 onorevoli. Perciò, pallottoliere alla mano, M5s e centrodestra compatti avrebbero dovuto garantire a FICO la possibilità di attestarsi verso le 490 preferenze. “In un contesto in cui il rapporto tra potere legislativo ed esecutivo continua ad essere caratterizzato dall’abuso di strumenti che dovrebbero essere residuali, in cui spesso poteri e competenze dovrebbero essere trasferiti in altre sedi decisionali, in cui gli interessi sono frammentati, le leggi sempre più settoriali e tecniche, dobbiamo impegnarci a difendere il Parlamento da chi cerca di influenzare i tempi e le scelte a proprio vantaggio personale”. Sono le parole del neo presidente della Camera, Roberto Fico, nel suo primo discorso.