Avellino. Bambino di 9 anni aggredito da Pitbull: 46 punti di sutura

Il bambino che ieri è stato aggredito dal suo pitbull ha 9 anni. E’ accaduto a Mercogliano: il bambino saltava su un tappeto elastico, quando ad un certo punto la gamba era imprigionata dalle robuste mascelle del suo compagno di giochi. La madre che ha provato a difenderlo, è stata anch’essa aggredita da un secondo pitbull. Per fortuna un vicino di casa è riuscito a staccare l’animale dal bambino trafiggendolo alla gola con un forcone.
Una tragedia sfiorata in una tranquilla domenica di sole a casa di una coppia di amici. La vittima dell’aggressione insieme al figlio dei proprietari di casa, si erano spostati in giardino per giocare e, intorno alle 12.30, l’imprevedibile aggressione. Un primo pitbull ha attaccato il bambino azzannandolo al polpaccio sinistro. Il bambino ha cominciato ad urlare attirando l’attenzione degli adulti che erano all’interno dell’abitazione. Sua madre, nel tentativo di liberare il figlio, è rimasta ferita alla caviglia e al volto per i morsi che le ha inferto il secondo cane. Il pitbull non ha mollato la presa neanche quando la donna disperata per le sorti del figlio ha imbracciato un piccone e ha colpito la bestia violentemente. Le urla hanno richiamato l’attenzione di un vicino di casa che, compresa la gravità della situazione, è intervenuto colpendo il cane a morte.
Tutti i coinvolti hanno riportato escoriazioni e ferite lievi agli arti superiori nel tentativo aiutare il bambino trasportato di corsa all’ospedale San Giuseppe Moscati a cui sono stati dati quarantasei punti di sutura al polpaccio. I denti del pitbull sono riusciti a danneggiare perfino la muscolatura dell’arto. Il bambino è tutt’ora ricoverato nel reparto di pediatria dell’ospedale avellinese dove i medici hanno avviato la terapia antibiotica per scongiurare il rischio infezioni. Dimessa invece sua madre con tre punti alla caviglia. Intervenuti anche i carabinieri della stazione di Mercogliano che hanno effettuato i rilievi con il personale dell’Asl, avviando l’iter previsto in questi casi. Con molta probabilità, anche l’altro pitbull – che aveva aggredito la madre del bambino di nove anni – verrà abbattuto.