Castellammare. I moderati calano l’asso: Eutalia Esposito sindaco

di Stabia. Il giorno delle elezioni si avvicina. Nemmeno il tempo di lasciar metabolizzare agli stabiesi le politiche da poco svoltesi: tutti al lavoro per “la lista”. Riunione dell’ultima ora è quella di Area Civica.
Tra i tanti presenti, nella splendida cornice dell’Hotel Miramare, anche Casimiro Donnarumma (pretesto per i per firmare le dimissioni e decretare la fine dell’amministrazione Pannullo,ndr) ed . Gli organizzatori che pare sarebbero “personaggi” che nelle passate elezioni amministrative abbiano fatto da “portatori di voti” per Gaetano Cimmino e per cercare di fare “quadrato” hanno chiesto l’intervento anche dai paesi vicini. Presente alla riunione infatti è anche il figlio del Sindaco di Pimonte e Domenico Peccerillo Sindaco di Casola di Napoli. Dalle prime indiscrezioni pare che i moderati di Area Civica abbiano scelto il nome del candidato a Sindaco di Castellammare di Stabia per le prossime amministrative in programma per fine maggio: Eutalia Esposito. Primario del reparto di ginecologia del San Leonardo di Castellammare, la Esposito è una dei “capibastione” della politica stabiese, infatti si attesta sui mille voti (candidata al consiglio comunale, non a sindaco). E’ stata protagonista nelle due ultime amministrazioni comunali essendo una dei firmatari delle dimissioni e quindi decisionale per la caduta dell’ amministrazione Cuomo prima e Pannullo poi. Eutalia Esposito, consigliere comunale molto vicina a Mario Casillo, oggi chiede “aiuto” agli esponenti di Civica Lorenzin (la civica che appena una settimana fa ha appoggiato il Partito Democratico in coalizione, trovando sponda locale nel Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano), chiedendo addirittura aiuto alla vicina Pimonte, e chiedendo a tutti di stringere intorno a lei. La stessa che battè i pugni sul tavolo all’indomani dell’insediamento della Giunta Pannullo, imponendo l’inserimento di un assessore in giunta e la stessa che non ci ha pensato due volte prima di andare a firmare dal notaio le dimissioni, evitando in tutti modi un confronto politico. Presente anche l’ex assessore della Giunta Cuomo Antonio Sanges che, durante la discussione, ha avuto anche uno scontro con Eutalia Esposito rinfacciandole di aver sfiduciato Pannullo dal notaio e non in aula consiliare. Si allarga quindi la rosa dei nomi dei candidati a sindaco per la città delle acque, ma purtroppo, a quanto pare, cambia la scena, ma gli attori sono sempre gli stessi.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità