Crollo Napoli, al San Paolo la Roma si impone 4 – 2

Il Napoli non supera l’esame Roma, cedendo di schianto sotto i colpi di Ünder e Džeko (doppietta) e Perotti. Nella prima frazione gli Azzurri sono bravi a passare in vantaggio con Insigne, match winner all’andata, dopo pochi minuti, ma appena sessanta secondi più tardi, il gioiello turco Ünder pareggia i conti per gli ospiti. Vogliosi di imporre la loro supremazia, i Partenopei spingono sull’acceleratore, provando qualche conclusione verso la porta di Alisson ma senza fortuna: ne basta invece solo una ai giallorossi che, dopo la rete del pareggio, trovano il vantaggio con lo stacco imperioso di Džeko. Il Napoli, dopo il colpo subito, pecca di imprecisione, complice anche il massiccio numero di uomini giallorossi dietro la linea della palla che non favorisce la manovra partenopea. Nei secondi 45′ è il Napoli che fa la gara, con la Roma in completo assetto difensivo a proteggere la propria area di rigore. Nel miglior momento del Napoli è tuttavia ancora la Roma a trovare il terzo gol che chiude virtualmente i giochi con il centroavanti bosniaco Džeko bravo a difendere palla e battere con un esterno a giro Reina. Per gli Azzurri non è però finita qui: i ragazzi di Maurizio Sarri subiscono anche il quarto gol ad opera di Perotti, abile a sfruttare un errore clamoroso di Mario Rui in fase di disimpegno. Il gol di Mertens nel recupero è utile solo ai fini del tabellino finale. Risultato pesante che complica vertiginosamente il cammino del Napoli verso la vittoria finale. Roma brava e fortunata a sfruttare al meglio le palle gol create.