Foggia, la classe di Stroppa: ‘’Gli errori ci sono e mi dispiacciono, ma il livello degli arbitri è eccezionale’’

Si interrompono le vittorie in trasferta del Foggia Calcio, proprio al “Renato Curi”, dove il Foggia non vince dalla stagione 1969/70. L’allenatore rossonero Giovanni Stroppa è così intervenuto in conferenza stampa nel post-partita.
“È stata una partita giocata molto bene, poi peccato per l’episodio del rigore a nostro sfavore. Non commento gli ultimi minuti perché eravamo sicuramente un po’ in apprensione, abbiamo creato le occasioni anche sul 2-0 ma ormai la partita era compromessa. Mi è piaciuta la squadra come ha affrontato e gestito la partita. Potevamo essere più bravi, cattivi e incisivi negli ultimi 30 metri. Una partita come questa bisognava portarla a casa e invece siamo qui a parlare di un 2-0 che dà fastidio. Abbiamo avuto un buon possesso palla, una buona supremazia territoriale ma di sicuro quando crei le occasioni devi fare male e così non è stato: siamo stati ingenui sul goal, non esiste prendere un contropiede del genere. Poi abbiamo provato a rimettere la partita nei binari giusti e abbiamo cercato di riacciuffare il pareggio. Forse la cattiveria di voler far goal l’abbiamo avuta più nel secondo tempo ma siamo stati imprecisi sotto porta.”

Dopo aver parlato in sala stampa, Stroppa si è presentato in mixed zone per fare il punto sul match anche ai microfoni di Skysport: “L’episodio di Tonucci mi lascia qualche dubbio, perché credo ci sia stato un rimpallo. Nel primo tempo mi sembrava esserci il rigore su Nicastro e sul rigore c’è poco da dire: sono tre episodi che ci penalizzano, ma fa parte del gioco, forse l’arbitro non era nella prospettiva giusta per giudicare. La prendo col sorriso? Ritengo gli arbitri di un livello eccezionale, mi dispiace per gli errori ma possono starci.”