Napoli, De Magistris: “Fiducioso sull’accordo col Governo per il debito”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, si ritiene “fiducioso” circa la chiusura domani dell’accordo che metta fine alla situazione relativa al pignoramento delle casse comunali a causa del debito con il consorzio Cr8 risalente al 1981 per lavori post terremoto. “Il tavolo convocato a Palazzo Chigi ha avuto l’input politico di chiudere – ha detto il primo cittadino -. Sono fiducioso perché il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, è una persona corretta sul piano istituzionale e abbiamo lavorato bene insieme”. Alla riunione, stabilita dal premier e dal sindaco dopo un colloquio telefonico dello scorso venerdì 9 marzo, parteciperanno i vertici di Palazzo Chigi, il capo di gabinetto, il ragioniere generale e l’avvocatura per conto dell’amministrazione comunale. “Siamo assolutamente fiduciosi – ha continuato de Magistris – perché l’accordo tecnico è già stato trovato e il tavolo di domani ha ricevuto l’indicazione politica per chiudere. Domani potrebbe essere l’ulteriore conferma che la cooperazione istituzionale instaurata da gennaio 2017 con il Governo è stata proficua. Certo – ha concluso il sindaco – ci hanno fatto penare, attendere tanto e soffrire ma mi auguro che domani si chiuda la fase del pignoramento che tiene bloccata la cassa e di conseguenza che ci sia il riconoscimento da parte dello Stato del debito con il Cr8”.