Un'immagine d'archivio dal sito Naval Support Activity Naples

Guerra in Siria, il ruolo strategico di Napoli nel conflitto

L’ non parteciperà attivamente alla in medio Oriente. Ciò non vorrà dire che non fornirà aiuti tramite basi militari americane presenti sul territorio. Infatti, proprio a Napoli è presente la sede della Naval Support Activity dove ha sede la United States Sixth Fleet stanziata principalmente nel Mediterraneo, ma attiva anche nell’Atlantico e nel Pacifico. Dunque, Napoli, in caso di attacco assumerebbe un ruolo principale, in quanto ogni unità aerea o flotta navale americana dovesse passare dal Mediterraneo entrerebbe a far parte della sesta flotta guidata da Lisa Franchetti, ammiraglio americano di chiare origini italiane. Non solo in Campania, ma anche in tante altre zone italiane sono presenti basi militari americane. E come successo tante altre volte nella storia, l’Italia pur non partecipando militarmente avrà un ruolo molto importante ai fini del conflitto.
In totale in Italia ci sono circa 11.500 militari americani. Qualora gli decidessero di utilizzare una delle loro basi presenti nel nostro Paese per eventuali operazioni militari in gli accordi prevedono che venga chiesta formale autorizzazione dal Dipartimento di Stato Americano al nostro Governo che poi si deve esprimere. Poi, sempre secondo protocollo, deve essere richiesto parere tecnico anche al nostro Ministero della Difesa.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità