L’arbitro annulla un gol, baby-portiere fa convalidare: premiato il gesto con una maglia del Napoli

Il gol annullato era valido e il giocatore non ha avuto dubbi nel segnalarlo all’arbitro. Per questo gesto di fair play Gianluca Crittino, portiere di otto anni appena, e’ stato premiato dal questore di Vercelli, Rosanna Lavezzaro, con una maglia del Napoli, la sua squadra del cuore. L’originale riconoscimento in occasione della festa della polizia per il 166/o anniversario della sua fondazione. L’episodio che ha fatto balzare questo bambino agli onori delle cronache lo scorso gennaio, al 16/o torneo Memoria ‘Ugo Ferrante, durante la partita tra Borgo Vercelli e Bianze’. Per l’arbitro, il gol era stato realizzato direttamente dalla rimessa laterale, cosa vietata, ma Gianluca ha ammesso di aver toccato il pallone prima che entrasse in rete. Il gesto aveva suscitato il rispetto e l’ammirazione degli avversari, oltre ad un lungo applauso del pubblico presente. Ora, a distanza di tre mesi, e’ arrivato anche il riconoscimento della Questura di Vercelli a cui la sportivita’ del bambino non era passata inosservata. 

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità