Pompei. Detenuti in pellegrinaggio al Santuario in occasione della Terza giornata della Misericordia

Domani, in occasione della Terza Giornata regionale della Misericordia degli Istituti Penitenziari della Campania, ci sarà un pellegrinaggio di straordinario valore spirituale che vedrà protagonisti i detenuti dei diversi istituti di pena della Campania. Sarà, dunque, un momento importante di riflessione sulla propria vita e sugli errori commessi da ogni singolo detenuto, nello stesso luogo in cui Bartolo Longo aveva rimediato ai fallimenti di una gioventù lontana da Dio.
Un pellegrinaggio, dunque, sulla stessa via della fede percorsa dal Beato che qui fondò la Nuova Pompei, città della carità, e il Santuario, oggi tra i templi mariani più visitati al mondo. Domani, dunque, vigilia della Festa della Divina Misericordia, istituita nel 1992 da San Giovanni Paolo II nella prima domenica dopo Pasqua, i detenuti giungeranno nella città mariana per pregare ai piedi della Madonna del Rosario, cui è intitolata la Basilica fondata da Longo e accanto alla quale, nelle Opere di Carità da lui stesso edificate, accolse i figli dei carcerati del suo tempo, dando inizio ad un progetto di amore che ancora oggi vive dopo oltre 130 anni.