Procida, picchia la compagna incinta e le fa perdere il bambino: arrestato 45enne

Aggredisce violentemente la compagna incinta e il feto muore: é successo ieri sera a Procida dove i carabinieri hanno arrestato e portato al carcere un uomo di 45 anni, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e interruzione di gravidanza. La donna, di 38 anni, era incinta di 20 settimane. E’ stata lei a chiamare il 112. I militari arrivati in via Giovanni da Procida hanno chiamato i sanitari. L’uomo é stato fermato e poi arrestato. Ora é chiuso in carcere a Poggioreale a disposizione dell’autorità giudiziaria. L’uomo avrebbe aggredito la compagna al culmine di una lite scoppiata per futili motivi. La 38enne, che era incinta, è stata portata all’ospedale “Gaetanina Scotto di Perrotolo” di Procida, dove i medici hanno constatato l’aborto di un feto di circa 20 settimane. L’uomo, sempre secondo quanto riferiscono i militari, avrebbe aggredito la donna anche altre volte negli ultimi giorni.