Salerno. Truffa dei ”Gratta e Vinci”, leggevano i vincenti e vendevano i perdenti

Salerno. Riuscivano ad individuare attraverso piccole abrasioni sui “gratta e vinci” i biglietti vincenti ed incassarli, rimettendo in vendita gli altri. Queste piccole abrasioni erano fatte in modo così preciso tanto da essere impercettibili per i clienti che acquistavano i biglietti non vincenti e che non si accorgevano di nulla. A realizzare questa vera e propria truffa due coniugi che gestiscono una tabaccheria in via Posidonia, zona centrale di Salerno. A fa scattare i controlli sono stati direttamente i responsabili dei Monopoli di Stato i quali si sono rivolti ai carabinieri. I dipendenti dell’ Agenzia delle dogane e dei monopoli si sono insospettiti dalle vincite. I militari dell’arma hanno controllato la tabaccheria ritrovano elementi utili per incastrare i coniugi, denunciandoli per falsificazione, frode, accesso abusivo ad un sistema telematico e truffa in concorso. Nel corso dei controlli i carabinieri hanno accertato che dal 2011 la coppia avrebbe incassato oltre 1milione e 300mila euro, comprensivi anche di percentuale prevista dalla vendita di biglietti vincenti. Al controllo dei “gratta e vinci” sono stati trovati 12mila tagliandi alterati per un valore complessivo di circa 12mila euro. Ora la coppia di coniugi dovrà spiegare quanto accaduto all’autorità giudiziaria.