Arzano, lettera minatoria al presidente del cda della società che si occupa della raccolta rifiuti

Arzano. «Devi andare via da Arzano, risparmiaci la fatica o te ne vai con le buone o con le cattive. Boom ai camion dei rifiuti». E’ il messaggio arrivato direttamente a casa di Rodolfo Briganti, il presidente del consiglio di amministrazione della Senesi Spa, la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti lungo il territorio cittadino. Il rappresentante dell’azienda si è recato dai militari ed ha sporto regolare denuncia. Non è la prima volta che l’amministratore finisce nel mirino della criminalità organizzata. La Senesi Spa che gestisce il servizio di raccolta rifiuti da ormai 5 anni ad Arzano si è aggiudicata per la seconda volta l’appalto con scadenza nel 2021. Atti intimidatori si registrarono anche in passato. Infatti nel 2014 andarono a fuoco tre autocompattatori. Anche in quell’occasione l’amministratore Briganti presentò regolare denuncia ai carabinieri. In quello stesso anno venne arrestato il sindaco di Arzano per aver tentato di far assumere alla ditta una sua persona. Nello scorso anno finirono sotto inchiesta 7 persone su denuncia della Senesi. Ad essere coinvolti, in quella circostanza, anche due agenti di polizia municipale per omessa sorveglianza. Furono anche accusati di ledere gli interessi e la reputazione della società, con il preciso intento di far andare via la società da Arzano. Nel 2016 l’amministratore fu destinatario di una lettera con un proiettile. La missiva venne recapitata nella direzione del cantiere aversano. Anche in quell’occasione Briganti non esitò a denunciare le minacce ai militari.

Cronache della Campania@2018