Buona fortuna Mancio, ne avrai bisogno. L’Italia vince contro l’Arabia Saudita (che andrà al Mondiale) ma che fatica!

Nuovo corso, stesse figuracce. La nuova Italia di Roberto Mancini vince a fatica contro l’Arabia Saudita per 2-1, nell’amichevole di “prestigio” a San Gallo. Una partita molto importante in vista del Mondiale in Russia…per loro. Ed è veramente strano, assurdo e incredibile come una nazionale così importante, con quattro mondiali in bacheca, debba fare da spalle ad una nazionale così mediocre per preparare il torneo più prestigioso del mondo.
Una nazionale, quella araba, che raramente è riuscita a fare più di tre passaggi di fila. Ma nonostante la pochezza tecnica dei calciatori medio-orientali, il gol l’Italia è riuscita a prenderlo comunque e quasi arrivava anche il pareggio dopo alcuni comici errori difensivi. Ovviamente, condannare da subito la prima uscita della nuova nazionale di Mancini sarebbe ingiusto e forse troppo severo. Però la mancata partecipazione a Russia 2018 brucia ancora e brucerà per sempre, quindi guardare determinati errori, soprattutto di natura tecnica, fa male e fa tornare alla mente quella maledetta notte di San Siro. E farà malissimo assistere all’esordio dell’Arabia Saudita il 14 giugno contro i padroni di casa. Loro, così scarsi, saranno lì. Noi, probabilmente, siamo allo stesso livello.
Roberto Mancini ha bisogno di un in bocca al lupo gigantesco. Il lavoro in vista dell’Europeo 2020 sarà tanto, forse troppo. Incrociamo le dite perché il popolo azzurro non merita più di assistere a delle prestazioni del genere. Per chiudere, è doveroso dare il bentornato a Mario Balotelli, il giocatore italiano più forte attualmente. E per quattro anni ha dovuto guardare i suoi compagni, quei “fenomeni”, dal divano di casa. Forse con lui in campo contro la Svezia la storia sarebbe stata diversa, ma ormai è acqua passata. Forse no. Non passerà mai.