Castellammare. Pannullo: ”Gli stabiesi puniranno il partito dello scioglimento, balneabilità in villa tra 1 anno e mezzo”

Castellammare di Stabia. A poco più di una settimana dalle elezioni amministrative di Castellammare di Stabia parlano i vertici del Partito Democratico cittadino. Il segretario cittadino Nicola Corrado e l’ex primo cittadino Tony Pannullo spiegano alla città le proprie idee e la candidatura di Massimo de Angelis. Una candidatura ritenuta trasversale e non direttamente collegata al partito di Corso Vittorio Emanuele.
“Abbiamo la nostra idea di città, abbiamo costruito una coalizione chiamata coalizione del lavoro – dice Nicola Corrado. Il nostro obiettivo è creare 4 mila occasioni di lavoro. Storie ed identità diverse ma ci siamo uniti con l’obiettivo di costruire una classe dirigente capace di guidare la città. Noi conosciamo la sofferenza e il dolore che vivono i cittadini”. L’idea è quella di partire dal porto. “Il porto come risorsa – spiega Corrado – farne una stazione croceristica. Il porto di Castellammare è al centro tra Pompei e Sorrento. Partire dal mare, quindi il porto, poi dopo il porto c’è il centro antico e rilanciare dunque il progetto airbnb”. Un accenno, inoltre, è stato dato fatto anche sul Lungomare. “La villa comunale è stata realizzata dal PD – spiega il segretario cittadino dei dem – ed è il frutto di un lavoro che viene da lontano. Ora bisogna valorizzare l’arenile”. “Sono felicissimo di riprendere un discorso interrotto ma che noi non abbiamo mai lesinato di raccontare. Abbiamo lavorato ancora su temi e aspetti importanti, lavorato sulle Terme affinchè possano avere un futuro, lavorato affinchè la Reggia di Quisisana diventi un museo archeologico” – dice l’ex primo cittadino Tony Pannullo. Entusiasmo dell’ex primo cittadino dopo l’incontro avvenuto ieri in regione Campania. Nelle prossime settimane, infatti, sarà chiuso l’ultimo scarico fognario a mare. “Proprio ieri l’incontro con Arcadis, Gori e Regione Campania saranno chiusi tutti gli scarichi a mare – afferma Pannullo. Questo non è un dato di propaganda, è un dato oggettivo, un percorso testimoniato in un anno e mezzo. Tra un anno e mezzo la balneabilità sarà restituita alla città. E’ l’orgoglio di una politica seria, quotidiana, dello stare ogni giorno sui problemi”. Un accenno è stato fatto anche alla Villa Comunale. “Quando siamo arrivati a Palazzo Farnese, la villa comunale era un cantiere a cielo aperto. Grazie al PD si è portato a termine quel lavoro – dice Pannullo. Siamo stati il promo comune a rendicontare le opere PIU Europa e il primo comune a partire con la programmazione europea 14-20. Siamo certi che massimo sarà l’alfiere e il motore di questa nuova città e naturalmente lo farà”. L’ex primo cittadino esprime anche un pensiero ed un ricordo ai consiglieri comunali che l’hanno sfiduciato e lancia un appello agli stabiesi. “Gli stabiesi hanno uno strumento, la matita. Con la matita possono cacciare via i mercanti dal tempio” – afferma. Il chiaro riferimento è ai consiglieri comunali che hanno sfiduciato, davanti al notaio, Pannullo. “Il partito dello scioglimento sta messo tutto lì. Sono tutti alla rincorsa del voto e li vedo molto nervosi. Sarà il partito bocciato dagli stabiesi il 10 giugno. Sono fiducioso che quella notte i cittadini – dice – faranno la scelta giusta. Massimo de Angelis è una persona perbene e il Partito Democratico in questa storia ci vuole mettere del suo”.