Castellammare. Rate consegnate al salumiere: condannata usuraia 55enne

. Problemi economici avevano costretto una donna a chiedere aiuto ad una donna, la 55enne . Un prestito di 5mila euro che posi sarebbe costato alla vittima circa 15mila euro tra contanti, gioielli e regali di vario genere. Richieste pressanti, minacce ed appuntamenti da due commercianti di Castellammare di Stabia. Infatti le rate dell’usura erano consegnate nelle mani del salumiere e del macellaio. Un aiuto che in un attimo si è trasformato in un incubo. Eppure la casalinga di Pimonte era un’amica dell’usuraia. A denunciare tutto ai carabinieri di Pimonte erano stati i figli della donna preoccupati per le continue telefonate e per i comportamenti inusuali della donna. Il tribunale di Torre Annunziata aveva chiesto una condanna a tre anni e mezzo di reclusione ma la donna è riuscita ad avere una pena più leggera. Probabilmente ad influire sulla decisione dei giudici è stata la telefonata tra il figlio della vittima e la signora Afeltra. Una telefonata ascoltata anche durante il dibattimento: il giovane avrebbe chiesto la restituzione di 10mila euro in cambio della remissione della querela.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Come disattivare il blocco della pubblicita?