Dolomiti (che) Energia, Trento supera Avellino anche in gara 4 e vola in semifinale

Si ferma ai quarti di finale playoff la stagione della Sidigas Scandone Avellino. I biancoverdi cedono 84-68 in gara 4 ed in semifinale ci va Trento. La Dolomiti Energia Trentino gioca un’altra partita di altissimo livello proteggendo il proprio campo e garantendosi l’accesso alle semifinali scudetto dove affronteranno Venezia nella rivincita delle finali 2017: 17 a testa per Hogue, Flaccadori e Shields. La Dolomiti Energia Trentino chiude i conti contro la Sidigas Scandone Avellino vincendo gara 4 per 84-68 e si guadagna l’accesso alle semifinali scudetto contro l’Umana Reyer Venezia che si apriranno al Taliercio venerdì 25 maggio. Ancora orfana di Gomes, la squadra allenata da Coach Maurizio Buscaglia trova ancora una volta contributo e qualità da tutti gli interpreti della sincronizzata sinfonia di forza eseguita nelle due metà campo: brillano Hogue (17 punti e 12 rimbalzi), Diego Flaccadori (17 punti con 5/8 da 3), Shields (17 anche per lui con 11 rimbalzi e 4 assist), ma è difficile trovare un migliore in campo. Nei primi minuti è proprio Trento a dettare il ritmo: Forray e Shields segnanp da tre, Silins e Hogue con il piazzato. Avellino però risponde con Rich, Filloy ed il 2+1 di Wells (12-6). Silins segna 5 punti consecutivi, ma sono i canestri di Filloy e Fesenko a tenere Avellino in partita (18-11). Dopo un canestro di Shields, Avellino fa il break: Filloy realizza da tre con Sacripanti che ordina la zona. Trento blocca il suo attacco ed in contropiede la Sidigas ritorna a -1 con i canestri di Renfroe e Scrubb (21-20). Il secondo periodo si apre con Gutierrez che segna dalla media, lo segue Sutton che realizza da sotto. La Sidigas non sta a guardare e si riporta sotto con Auda e Wells ritornando a -1 (28-27). Shields torna a segnare dalla media, risponde Wells. Hogue fa 2/2 e Sacripanti chiama time out (32-29). Trento prova a scappare con Flaccadori e Shields, Leunen si mette in proprio ed Avellino rimane a contatto (36-33). La tripla di Flaccadori, seguita dalla magia di Filloy e dal gioco da tre punti di Hogue chiudono il secondo quarto (42-37). Trento prova a scappare con i canestri di Shields e Forray, Avellino cerca di tenere botta con il canestro di Filloy, ma è ancora Silins a segnare (51-39). I padroni di casa provano a scappare con Silins, ma sono i canestri di Auda e Rich a tenere Avellino in partita (58-45). La Sidigas prova una reazione: dopo i canestri di Gutierrez e Silins, s’iscrive a referto Rich . Leunen va a schiacciare ed Auda fa 2/2 (62-51). Hogue realizza da sotto, ma Avellino fa un parziale di 5-0 con Scrubb e Renfroe che rimette la Sidigas in partita (66-56). L’ultimo quarto si apre con il canestro di Sutton che va a schiacciare, risponde Scrubb ma è ancora Sutton a realizzare. Rich realizza da tre ed Avellino ritorna a -11 (72-61). Flaccadori mette la tripla del +15, i biancoverdi bloccano il proprio attacco ed Hogue ne approfitta (80-64). Avellino non ne ha più, ma gli ultimi ad arrendersi sono Filloy e Wells. Trento batte Avellino 84-68.