Foggia, Nember: “In mancanza di chiarezza potrei andare via. Kragl? Verrà riscattato”

Momento positivo in casa che dopo la vittoria in casa contro lo Spezia e il pareggio del Perugia, mantiene ancora qualche piccola speranza per arrivare ai play-off anche se sullo sfondo il futuro societario è in bilico. Tra i dubbi più importanti c’è proprio la posizione di Luca , come lo stesso direttore sportivo rossonero ha ammesso nella conferenza stampa tenutasi oggi pomeriggio:
“Dopo tre mesi in questi giorni ho avuto la possibilità di parlare con la società e abbiamo cercato di approfondire quelle che possono essere le problematiche e i piani che la famiglia vuole realizzare. Noi speriamo che alcune cose vadano sistemate per poter essere più liberi di agire e programmare in maniera diversa.
Le certezze nel calcio son poche ma la mia volontà è di rimanere qui in un progetto ambizioso. La squadra la preparo lo stesso, poi vedremo come andrà a finire.
È chiaro che il commissariamento dal punto di vista funzionale qualcosa ha cambiato: siamo il primo caso in Italia e diventa un po’ pesante anche se non tocca assolutamente gli equilibri della squadra. Il loro incarico non è poi così pressante, devono solo verificare che nei pagamenti sia tutto regolare. Sono due persone splendide che stanno dando una mano e io sono del parere che non tutti i mali vengono per nuocere. La loro presenza nel mercato non sarà un ostacolo, si potrà operare comunque.
Io devo però avere la possibilità di lavorare seriamente: questa situazione incerta a me non piace, non posso fare calcio. In mancanza di chiarezza e se a fine campionato la situazione sarà ancora questa potrei andar via.
Play-off? Dato che ora siamo salvi la speranza c’è.
Per quanto riguarda il mercato, non penso al budget ma a quello che loro vogliono e in base a ciò mi regolo. A gennaio tra entrate e uscite abbiamo speso 0€, bisogna essere solo bravi e fortunati a fare certe scelte. Situazione ? Verrà riscattato.”

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità