Lavoro. Occupazione in aumento: livelli record dal 2008

Continua la crescita del numero di occupati. Dopo i timidi aumenti del tasso di occupazione nei primi due mesi del 2018, a Marzo è stato registrato un aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente che ha portato il tasso al 58,3%. Si tratta di un aumento considerevole, considerando che l’occupazione non raggiungeva picchi così elevati dall’ottobre 2008 (58,5%) e dunque in periodo pre-crisi. Sono questi i dati dell’Istat che certificano, congiuntamente al calo del tasso di disoccupazione, una lenta ma confortevole ripresa economica. “Rispetto a Gennaio” stando a quanto riportato dall’Istat “si stima un significativo aumento congiunturale dei dipendenti a tempo indeterminato (+54mila) e una live crescita di quelli a termine (+4mila); continuano invece a diminuire gli indipendenti (-39mila)”. Nella stessa nota l’Istat chiarisce che “la crescita del complesso degli occupati è determinata dalla componente femminile e tra le persone maggiori di 35 anni o più, a fronte di un calo tra i 15 e i 34 anni”.