Napoli, Milik e Albiol stendono la Samp, ma a perdere è il calcio italiano

Nella penultima uscita stagionale, il Napoli è ospite della Sampdoria al Marassi. Lo scudetto è ormai nelle mani della Juventus, ma gli azzurri hanno un record di punti da conquistare. I Partenopei partono forte e mettono alle corde i blucerchiati che difendono il risultato con le unghie e con i denti, salvati più volte anche da un Belec costretto agli straordinari. Gli ospiti recriminano un gol regolare annullato a Mertens il quale, servito involontariamente da Anderson, realizza, ma dopo una verifica al Var, l’arbitro opta per la posizione di offside. Per i padroni di casa, la ghiotta occasione capita sullo stacco di Ferrari che si stampa sulla parte alta della traversa. Nella ripresa, le squadre si affrontano con un maggior piglio offensivo, regalando entrambe chance che potrebbero sbloccare il match. A spezzare l’equilibrio è il Napoli con un potente sinistro del subentrato Milik che si insacca nel sette. La sfida però è macchiata dallo spettacolo indegno offerto dai tifosi sampdoriani sugli spalti, i quali hanno accompagnato, per larga parte, la gara dei 22 in campo con cori di discriminazione territoriale verso gli avversari. L’arbitro Gavillucci, dopo diversi avvisi che invitavano i supporters blucerchiati a placare l’atteggiamento becero, non ha potuto far altro che sospendere la gara. Dopo l’intervento del patron Ferrero, la sfida riprende e dopo pochi minuti Albiol sigla il raddoppio da azione d’angolo, impattando la sfera di testa. Dopo il raddoppio i ritmi si abbassano, non regalando azioni da raccontare. Dopo sei minuti di recupero, l’arbitro manda tutti sotto la doccia. Il Napoli scrive il nuovo record di punti della sua storia con una giornata d’anticipo.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Belec 6; Bereszynski 6,5, Andersen 6, Ferrari 5,5, Regini 6 (dal 36′ s.t. Strinic s.v.); Linetty 5,5, Torreira 6, Praet 6,5; Ramirez 5,5, Caprari 5 (dal 24′ s.t. Zapata 5,5), Kownacki 5,5 (dal 42′ s.t. Alvarez s.v.). A disposizione: Viviano, Tozzo, Sala, Stjiepovic, Verre, Silvestre, Capezzi. Allenatore: Giampaolo.
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (dal 36′ s.t. Rog), Jorginho, Zielinski; Callejon (dal 22′ s.t. Hamsik), Mertens (dal 26′ s.t. Milik), Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Maggio, Leandrinho, Milic, Ghoulam, Diawara, Tonelli. Allenatore: Sarri.
MARCATORI: s.t. 27′ Milik, 35′ s.t. Albiol.
ARBITRO: Gavillucci di Latina. ASSISTENTI: Tegoni di Milano e Marrazzo di Roma
NOTE: partita sospesa la 76′ per cori di discriminazione territoriale
AMMONITI al 27′ s.t. Milik, al 41′ s.t. Ramirez e al 44′ s.t. Linetty
RECUPERO 1′ p.t. e 6′ s.t.
Foto: Twitter S.S.C. Napoli

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità