Scafati. Litigano in un bar prima e si sparano dopo: 36enne in ospedale

. Nella serata di ieri in un bar di Scafati è scoppiata una rissa per motivi ancora da accertare tra un gruppo di amici di origine romena e uno di origine ucraina. Ad avere la peggio i romeni che sono stati malmenati dagli ucraini. Coloro che avevano subito la peggio, un 17enne e 15enne residenti a Sant’Antonio Abate insieme al cognato 36enne residente a Pompei, hanno telefonato gli avversari. Si sono dati appuntamento al casello di Nocera Inferiore e dopo uno scontro verbale il 36enne è stato ferito all’addome da colpi di arma da fuoco. L’uomo è stato immediatamente trasportato all’ di Castellammare di Stabia ed è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Non è in pericolo di vita ma la sua prognosi resta riservata. Subito sono scattate le indagini dei carabinieri di Sant’Antonio Abate, della Compagnia di Castellammare di Stabia e del reparto territoriale di Nocera Inferiore. In breve tempo i militari hanno individuato ed arrestato Igor Pavlovych, 32enne ucraino residente a Nocera Inferiore, per porto e detenzione di arma clandestina e detenzione di documenti falsi. E’ stato segnalato all’ autorità giudiziaria per tentato omicidio e rissa in concorso con quattro persone tutte di origine ucraina ma residenti tra Nocera Inferiore e Nocera Superiore. Dalla perquisizione domiciliare in casa dell’arrestato i carabinieri hanno sequestrato, nascosti in bagno, una pistola semiautomatica carica e con matricola punzonata, una carta d’identità ucraina falsa e 5.500 euro falsi.L’arrestato è stato trasferito al carcere Fuorni di Salerno.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità