Un algoritmo che riduce i prezzi dei prodotti in scadenza, un’idea tutta americana

La startup americana Wasteless ha ideato la prima soluzione al mondo di machine learning e tracciamento in tempo reale per i negozi di alimentari: il progetto consiste nell’offrire ai clienti prezzi dinamici, che variano in base alla data di scadenza del prodotto. Si tratta dunque di un algoritmo che cambia automaticamente il prezzo sul cartellino digitale quando le caratteristiche del prodotto mutano rispetto a quando è stato confezionato. Un incentivo al cliente ad acquistarlo, con una notevole riduzione dei prodotti sprecati.
La startup è nata nel 2016 ed è ubicata a New York e TelAviv e permette sostanzialmente ai supermercati di vendere di più e sprecare di meno. Wasteless monitora in tempo reale i livelli di stock e se un articolo è quasi esaurito, il negozio viene avvisato. Questa tecnologia permette ai rivenditori di utilizzare il potere di Internet per influenzare le loro vendite. Wasteless tiene traccia costantemente delle informazioni sul prodotto, quali data di scadenza, ID e posizione, per generare un codice ID univoco per ciascun prodotto. Gli acquirenti possono quindi scegliere un prodotto con scadenza più lunga al prezzo normale, o un prodotto con breve scadenza per una frazione del prezzo. Nel calcolare il prezzo di un prodotto, Wasteless Dynamic Pricing Engine tiene conto di numerosi fattori tra cui l’offerta, la domanda, l’ubicazione, le ferie e il tempo.
I supermercati in Italia sprecano ogni anno circa 5 milioni e mezzo di tonnellate di cibo. Nel frattempo, l’incapacità di gestire l’inventario in tempo reale, crea una perdita di 12 miliardi di euro a causa di articoli non disponibili, scaffali vuoti e scorte in eccesso. Da qualche mese, perlomeno recuperare alimenti da destinare a chi ne ha bisogno dovrebbe essere più semplice. Lo scorso settembre infatti, è entrata in vigore la «legge Gadda» che ha l’obiettivo di recuperare il cibo buttato lungo la catena di produzione e distribuzione, favorendo le donazioni.
In questi giorni a Milano, fino al 10 Maggio, è possibile sperimentare questo sistema altamente innovativo, al Seeds&Chips, il più grande evento dedicato alla food innovation.