Avellino, molestie sessuali ad alunna disabile: professore a processo

Accusato di molestie sessuali nei confronti di due alunne, tra cui una disabile, è stato richiesto dal pubblico ministero il giudizio immediato per il supplente di un Istituto artistico nell’avellinese. Sottoposto agli arresti domiciliari dallo scorso marzo dopo le denunce di una studentessa dell’istituto artistico De Luca di Avellino, il processo inizierà il prossimo 23 ottobre dinanzi al tribunale di Avellino, in composizione collegiale.
La ragazza dopo aver notato che il supplente la seguiva da diversi giorni e che la raggiungeva sull’autobus per cercare di entrare in contatto fisico con lei, presentò denuncia-querela nei suoi confronti. Dopo una prima denuncia, presentata nel mese di novembre, sembrava che la situazione fosse sotto controllo, ma qualche settimana dopo, il docente, dopo esser salito sullo stesso autobus si sedette accanto a lei e durante il tragitto allungò le fino alle gambe della minorenne, sotto gli occhi attoniti di alcuni testimoni. Il docente dopo aver palpeggiato la ragazzina, sarebbe sceso alla fermata successiva. Inoltre secondo la ricostruzione effettuata dai militari, l’uomo avrebbe seguito anche un’altra alunna minorenne di un altro istituto. Si attende La relazione di una psicologa su un’altra studentessa con ritardo cognitivo del De Luca che a maggio ha denunciato molestie da parte dello stesso professore.