Boscoreale. Scarcerato lo stalker Carlo Valente

Boscoreale. Scarcerato Valente Carlo, tristemente famoso alle cronache giudiziarie per essere stato condannato per stalking ai danni della compagna che aveva portato, costringendola con la forza, su Monte Faito con l’intento di ucciderla per poi tornare sui suoi passi. Difeso dall’avvocato Gennaro De Gennaro, il pluripregiudicato è stato condannato per spaccio nell’operazione “clean 2” ad una delle condanne più leggere riportate in quel procedimento. Infatti, la condanna già minima che gli era stata elevata in primo grado, di un anno ed otto mesi è stata ulteriormente ridotta in appello ad un anno e mesi quattro di reclusione con la riqualificazione dello spaccio in quello di minima entità. Valente aveva subito l’aggravamento della misura da parte della Corte di appello perché ritenuto privo di autodisciplina, avendo commesso due evasioni nell’arco di pochi mesi ed essendosi riavvicinato pericolosamente all’abitazione della vittima della condotta persecutoria ovvero la compagna, violando il divieto di avvicinamento ai luoghi della donna. I carabinieri di Boscoreale avevano richiesto per il pericoloso pregiudicato l’applicazione della sorveglianza speciale. Il trentenne rispondeva di reati di furto, droga nel sistema Piano Napoli e Stalking. Valente, dopo un travagliato percorso giudiziario, fatto di scarcerazioni e di arresti è ritornato nuovamente in libertà.