Castellammare.Di Martino risponde al post Genny Manzo: ”Nessuna aggressione, farò esposto alle forze dell’ordine”

Castellammare di Stabia. “Torno dopo tanto per raccontarvi un fatto increscioso, successo nei pressi di piazza Principe Umberto I a Castellammare di Stabia, che vede offesa la mia persona e danneggiata (visto che siamo al pronto soccorso di Castellammare) mia moglie al settimo mese di gravidanza. Siamo stati violentemente aggrediti verbalmente da Andrea Di Martino e dal suo staff di comunicazione, a tal punto che alcuni candidati della coalizione di Di Martino sono dovuti intervenire per portarlo a distanza di sicurezza. Appena accertate le reali condizioni di mia moglie mi recherò a denunciarlo”. E’ la denuncia affidata ai social di Genny Manzo, noto giornalista di Castellammare di Stabia, che in pochi minuti ha fatto il giro dei gruppi della città delle acque, ricevendo numerosi attestati di stima e solidarietà. Non si è fatta attendere troppo la risposta di Andrea Di Martino, candidato sindaco per il Grande Centro, che l’ha risposto attraverso un post sulla sua pagina ufficiale. “Leggo da qualche post sui social che, questa mattina, mi sarei reso responsabile di un’aggressione avvenuta in pieno centro e alla presenza di testimoni al giornalista Genny Manzo – scrive – Ebbene proprio quei testimoni sono i primi che, insieme a me, possono smentire categoricamente la versione dei fatti fornita pretestuosamente. I fatti sono andati in modo diverso: sono stato avvicinato da Genny Manzo che più volte ha cercato di salutarmi. Ho solo ribadito con voce netta a questa persona che non avevo alcuna intenzione di salutarlo. La campagna diffamatoria che lui e un portale online stanno producendo quotidianamente nei miei confronti è basata su un’assoluta mancanza di rispetto delle persone e della deontologia. Ho fatto notare questo dal momento che, senza rispetto, non esiste alcuna forma di contatto umano o di amicizia. Ribadisco, dunque, e lo farò anche con un esposto a mia tutela alle forze dell’ordine, di non aver aggredito nessuno. Non è nel mio stile, non è nel mio modo di fare politica. Le mie parole non possono aver turbato nessuno: tantomeno la persona che si trovava in compagnia del mio interlocutore che ho saputo essere in attesa ed alla quale faccio i migliori auguri. Proprio a conferma di ciò nessuna aggressione è mai stata fatta. Nulla di tutto ciò che viene scritto è vero o rispondente alla realtà”.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità