Castellammare. Partono i lavori di chiusura degli scarichi a mare, l’ex sindaco: “La balneabilità sarà ben presto una realtà”

Castellammare di Stabia. Da ieri mattina sono partiti i lavori “per il mare pulito”, una delle opere fondamentali per completare il sistema di depurazione a Castellammare. Nella giornata di ieri è stato aperto il cantiere che interesserà il centro città per oltre un mese con una serie di variazioni alla circolazione veicolare che incideranno molto sulla viabilità. La prima tappa dell’opera riguarderà via Roma, poi si passerà anche a via Denza e via Nocera. Per nove giorni dalle ore 9 alle ore 18, lo stop riguarderà il tratto di Via Roma dall’incrocio con la traversa del Carmine a via Alvino. Un divieto che ha imposto una rivoluzione del piano traffico della zona, infatti in via del Carmine è stato invertito il secondo unico per cui arrivando da via Roma si potrà procedere verso il Corso Vittorio Emanuele e viceversa da Via Alvino si sale verso via Denza. Ma è questo solo il primo stadio di un’opera che poi coinvolgerà anche tutta via Denza e via Nocera almeno fino alla fine di luglio.
“Partiti, come promesso, i lavori di completamente della chiusura di tutti gli scarichi a mare – scrive l’ex sindaco su Facebook – Qualche problema per la circolazione, ma tra un mese, un percorso, che ha subito una accelerazione dal settembre 2016, troverà la sua fine e la balneabilità sarà ben presto una realtà. Nessuno si appropri di questo risultato, frutto del lavoro di Arcadis e ringrazio per tutti lng. Mario Gaeta, Gori con il Suo Presidente Prof. Di Natale ed il Suo Direttore Ing. Rodriquez ed in stretta collaborazione con il Dirigente dell’ATO3 Dott. Giovanni Marcello. Naturalmente tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’abnegazione, silenziosa ma fattiva, come sempre, dell’On. Mario Casillo che ha costantemente monitorato la vicenda compulsando tutti gli attori in campo per accelerarne i tempi di realizzazione ed ha partecipato a tutte le riunioni tenute a Palazzo Farnese. Poi magari verrà qualcuno da fuori Provincia a tagliare il nastro…poco importa, conta il risultato per Castellammare”.