Juve Stabia, fallimento ad un passo?

Il baratro del fallimento per la Juve Stabia sta materializzandosi sempre più. Tramontata la trattativa per il passaggio delle quote all’ex presidente della Casertana Lombardi e il mancato affondo nella trattativa da parte di una cordata d’imprenditori (i cui nomi non sono ancora stati resi noti), il futuro resta quindi nelle mani del patron Franco Manniello. Toccherà quindi all’attuale presidente gialloblu presentare la domanda per iscrivere le Vespe al prossimo campionato di serie C. Domanda che, qualora venisse presentata, sarà sprovvista di fideiussione bancaria, elemento fondamentale per garantire l’iscrizione. La domanda rappresenterebbe l’ennesimo atto di generosità del patron per la piazza stabiese, che consentirebbe di guadagnare ulteriore tempo oltre la scadenza, fissata al 30 giugno, e trovare qualcuno disposto ad accollarsi le quote societarie. Sarebbero quindi altri dieci i giorni concessi per consegnare l’intera documentazione e partecipare al campionato; nel frattempo, anche il neo sindaco stabiese Cimmino si è detto pronto ad incontrare Manniello per le sorti della Juve Stabia, ma il tempo stringe: il baratro del fallimento è ad un passo.