Mondiali, girone B: Portogallo – Spagna, un calcio di livello…Mondiale! Furie Rosse fermate da CR7 l’extraterrestre

Il primo big match dei mondiali in Russia mette di fronte Spagna e Portogallo, compagini dall’alto tasso tecnico. I campioni d’Europa in carica sono capitanati dal cinque volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo che non delude le aspettative, conquistando e realizzando un penalty dopo solo quattro minuti. Lo schiaffo subìto induce gli spagnoli ad alzare il baricentro e affidarsi al classico tiki taka per scardinare l’ordinata difesa portoghese. Alla mezz’ora le furie rosse trovano il guizzo giusto grazie a Diego Costa, capace di realizzare un gol di pregevole fattura, disorientando Fonte e sparando poi alle spalle di Rui Patricio. Proteste per la rete del numero 19 per un braccio alto che ha centrato Pepe in volto. Galvanizzata dal pareggio, la Spagna flirta addirittura con la rete del sorpasso: Isco infatti pesca dal cilindro un terrificante destro dal limite ma la sfera centra in pieno la parte interna della traversa, senza varcare la linea di porta. È nel miglior momento della Spagna che arriva la doccia fredda. A salire in cattedra è nuovamente CR7, abile a sfruttare al meglio l’assist di Guedes dai 20 metri e battere De Gea con un sinistro non irresistibile per l’estremo difensore di proprietà del Manchester United. Nella seconda frazione le Furie Rosse rientrano in campo più aggressivi, facendo leva ancora sull’asfissiante tiki taka. Il pareggio è nell’aria e ci impiega dieci minuti Diego Costa per raggiungere CR7 nella classifica marcatori del mondiale in Russia: da una punizione, la palla è scodellata nel mezzo da David Silva che serve Busquets sul secondo palo, bravo poi a servire di testa il centravanti di origini brasiliane il quale, da due passi e a porta sguarnita, non si lascia pregare. Pareggio senza dubbio meritato per la qualità di gioco espressa, premiata addirittura dopo soli tre minuti dal gol del vantaggio. Il marcatore della terza rete porta la firma del madridista Nacho, autore del precedente fallo da rigore su Ronaldo, astuto a sfruttare il rinvio errato di Moutinho prima di sfoderare un destro che scheggia il palo prima di insaccarsi. I portoghesi sono però poco reattivi e poco precisi nel creare pericoli alla difesa non invulnerabile della Spagna che adotta quindi il tiki taka anche per difendere il risultato e limitare le possibili chance agli avversari. In una partita ricca di emozioni però neanche il finale di gara è scontato: difatti a ristabilire l’equilibrio della sfida è, come sempre, lui: Cristiano Ronaldo. La stella del Real Madrid si incarica di battere una punizione dal limite e con freddezza colpisce di collo destro, realizzando il pareggio finale. Termina quindi una gara epica, che rende omaggio alla bellezza del calcio.
Foto: ilsussidiario.net