Mondiali, girone C: il Perù saluta la Russia nel miglior modo possibile, 2-0 alla deludente Australia

Ultima partita del Mondiale per Perù e Australia. Il match è stato vinto dai sudamericani per 2-0 grazie alle reti di Carrillo e Guerrero, una per tempo. In tanti si aspettavano una vittoria australiana per sperare in una qualificazione in extremis, ma in campo c’è stata una squadra molto più cinica e vogliosa di conquistare la prima vittoria del mondiale e questa squadra è stata il Perù.
Il primo tempo è stato, però, quasi un monologo dei Socceroos sia per quanto riguarda le occasione sia per quanto rigurda il possesso palla. Ma a trovare il vantaggio è stata la formazione di Gareca con un grandissimo destro a volo di Carrillo su assist del Predador Guerrero. Un minimo di reazione dell’Australia c’è stata ma questo gol ha spezzato in pratica i sogni di gloria della squadra di capitan Jedinak. Infatti nella ripresa arriva la rete del definitivo 2-0 del solito Guerrero, miglior in campo dei suoi.
C’è da sottolineare un aspetto: il Perù in questo Mondiale non è stato certamente fortunato. Nella prima partita contro la Danimarca, le occasioni per fare gol sono state tante e addirittura fu sbagliato un calcio di rigore da Cuenca; stesso discorso vale per la partita contro la Francia, dove il pari probabilmente era un risultato molto più giusto per come i peruviani avevano interpretato la gara, imbrigliando i talenti francesi. Dunque, il Perù avrebbe meritato così come la Danimarca di passare agli Ottavi ma per una serie di circostanze non fortunate questo non è accaduto.
L’Australia, invece, si è sciolta praticamente come neve al sole. Alla vigilia del match era difficile sperare in un passaggio del turno(soprattutto perché non tutto dipendeva dal risultato con il Perù ma anche quello tra Francia e Danimarca), e con una prestazione come quella di oggi, la missione quasi impossibile è diventata assolutamente impossibile.