Mondiali, girone E: Kolorav e Milinkovic-Savic super, la Serbia batte 1-0 la Costa Rica

Nel girone E, quello del Brasile, la Serbia inizia con il piede giusto battendo 1-0 la Costa Rica grazie ad una gemma su punizione di Kolorov, terzino sinistro della Roma. Entrambe erano costrette ad ottenere i tre punti vista la presenza della Seleçao e la partita ha dimostrato proprio questo: battaglia e tanto equilibrio dove è stato decisivo il piede magico di un grande giocatore.
Il match, appunto, è stato piacevole proprio perché le due formazioni non si sono risparmiate giocando per la vittoria e non per il pareggio. Sin dall’inizio, infatti, il gioco è stato rapido senza nessuna sosta e le occasioni ci sono state sia da una parte che dall’altra. In casa serba ha prevalso la tecnica dei singoli, in particolare quella di Savic che ha deliziato il pubblicato con qualche giocata delle sue con la suola, mentre per quanto riguarda i sudamericani la tattica è stata prevalentemente il contropiede vista la rapidità dei suoi attaccanti.
La ripresa si apre praticamente con la giocata più bella della partita, ovvero una punizione dai 30 metri di Kolorav. Un calcio piazzato perfetto per potenza e precisione calciato tra il secondo e terzo uomo della barriera, in pratica da far vedere ai bambini della scuola calcio.
Dopo la rete del vantaggio, però, i serbi hanno smesso di attaccare e il pallino del gioco è passato in mano ai costaricani, anzi tra i piedi, che hanno cercato in tutti i modi di pareggiare il match. L’ingresso in campo dell’esperto Bolanos, uomo di maggiore tecnica tra le fila sudamericana crea ulteriori pericoli alla retroguardia serba. Ma la resistenza degli uomini di Krstajic non crolla e in un contropiede, grazie alla solita giocata di altissimo livello di Milinkovic, arriva quasi il raddoppio con Mitrovic poco lucido davanti a Keylor Navas.
Resta il buon esordio da parte di Kolarov e compagni, in attesa del Brasile che questa sera sfiderà in un partita non facilissima la Svizzera.