Mondiali, girone E: pirotecnico 2-2 tra Svizzera e Costa Rica. Elvetici agli Ottavi conto la Svezia

Insieme al Brasile, vola agli Ottavi anche la Svizzera grazie al 2-2 contro la Costarica. Una partita scoppiettante, con marcatori Dzemaili e Drmic per i Rossocrociati e Watson e un autogol di Sommer per i costaricani.
La partita inizia favorevolmente per la Costa Rica con occasioni a raffica, due su tutte con Borges e Colindres che colpiscono rispettivamente un palo e una traversa. Passata la paura, però, la Svizzera comincia a giocare e trova pure il vantaggio con Dzemaili dopo un’azione corale con protagonisti Lichsteiner che va al cross per Embalo bravissimo a trovare il centrocampista del Bologna che spacca la porta. Pochissimi minuti dopo, ancora Blerim Dzemaili in pratica dopo la stessa azione del gol, va vicinissimo al raddoppio.
L’inizio di ripresa è scoppiettante come l’inizio dei primi 45 minuti, con l’unica differenza che a trovare la rete questa volta è la Costa Rica con Watson, bravo a svettare di testa dopo un calcio d’angolo. La partita a questo punto diventa bellissima e l’ingresso sul terreno di gico di Drmic diventa fondamentale per gli svizzeri. L’attaccante del Borussia M’gladbach colpisce prima un palo, per poi trovare la rete del 2-1 su assist ancora di Embalo. Sembrerebbe finita la gara, con la vittoria della Svizzera ma gli ultimi minuti di gioco sono incredibili: l’arbitro prima decreta un calcio di rigore per la Costa Rica ma il VAR lo cancella dopo poco. Incredibilmente, dopo esattamente un minuto ancora un calcio di rigore, sempre per i centroamericani, ma questa volta confermato. Bryan Ruiz sbaglia ma la fortuna è dalla sua parte e il pallone calciato sulla traversa sbatte sul corpo di Sommer e rotola alle sue spalle.
Costa Rica che saluta con una bella partita il Mondiale, mentre la Svizzera adesso se la dovrà vedere con la sorpresa Svezia. Probabilmente l’Ottavo di finale più modesto di tutto il mondiale.