Mondiali, girone E: Xhaka e Shaqiri firmano la rimonta sulla Serbia, la Svizzera ad un passo dagli ottavi

Il girone E, quello del Brasile, si sta rivelando incredibilmente il più incerto ed equilibrato. Il merito è tutto della Svizzera, che dopo il pareggio contro la Seleçao, è riuscita a battere in rimonta per 2-1 la più quotata Serbia. Le reti del match sono state di Xhaka e Shaqiri per gli elvetici e di Mitrovic per i serbi. Con un risultato del genere il terzo ed ultimo turno del girone sarà carico di tensione e pressione sulle tre squadre in corsa per gli ottavi. E con una situazione di classifica del genere anche il Brasile super favorito rischia clamorosamente di tornare a casa.
Il match sembra essere tutto a favore di Milinkovic Savic e compagni. Pronti via e subito arriva il vantaggio della Serbia grazie ad uno stacco imperioso di Mitrovic su assist di Tadic. Ma pian piano la determinazione e la voglia di vincere dei ragazzi di Petkovic esce fuori, un pò come è successo contro il Brasile nel turno precedente. Behrami è un mastino e ancora una volta risulta essere uno dei migliori in campo, così come Dzemaili e Xhaka. E finalemnte il centrocampista dell’Arsenal dà un calcio alle critiche e sigla una grandissima rete nella ripresa dopo un contropiede quasi perfetto guidato da Zuber e Shaqiri. Dopo il gol del pari, la Serbia si riversa tutta in avanti perché un punto non sarebbe servito praticamente a nulla visto lo scontro diretto all’ultima giornata con il Brasile. Ma i tentativi dei ragazzi di Krstajic sono vani anche perché oltre Mitrovic che lotta su ogni pallone, gli altri suoi compagni deludono, uno su tutti Savic. E le praterie lasciate alla super velocità di Shaqiri sono risultate decisive. Proprio in uno dei contropiedi Elvetici, l’ex Inter e attuale centrocampista dello Stoke City brucia il suo diretto avversario e a tu per tu con Stojkovic non sbaglia. Un 2-1 per certi versi meritato ed è un risultato fondamentale per il passaggio agli ottavi di Xhaka e Co., poiché l’ultima partita del girone sarà contro la già elimintata Costa Rica.
Da sottolineare l’esultanza dei due marcatori svizzeri con il gesto dell’aquila, evidente gesto provocatorio ai danni della Serbia per le origini Kosovare dei due calciatori.