Napoli, i tecnici tentano di eseguire il distacco di elettricità, ma gli abusivi minacciano il suicidio

Momenti di paura si sono percepiti stamane nel centro storico di Napoli, dove una squadra tecnica, sostenuta dalle forze dell’ordine, ha tentato di eseguire il distacco dell’elettricita’ in un edificio d’epoca, appartenente a un istituto religioso femminile, che sei famiglie occupano abusivamente da un paio d’anni. Distacco motivato dalle condizioni di vetusta’ e insicurezza degli allacci, ma che secondo gli occupanti sarebbe stato il preludio al loro sgombero. Alcuni degli occupanti si sono quindi sporti dalle finestre minacciando di lanciarsi nel vuoto e invitando i turisti a fotografare “questa immagine di ingiustizia” della citta’ di Napoli. L’edificio di quattro piani – nella zona di piazza Miraglia, vicino al vecchio Policlinico – e’ in condizioni precarie. Dello stato degli impianti, rischioso per l’incolumita’ delle famiglie (tra cui anche alcuni anziani e bambini) “potrebbe farsi carico il Comune”, ha proposto la consigliera comunale Eleonora Di Majo, giunta sul posto con il presidente della municipalita’