Nuovo farmaco per l’emicrania, a breve sarà disponibile anche in Europa

Un nuovo farmaco per la cura dell’ è stato diffuso nel mercato USA e dovrebbe arrivare a breve anche in Europa e in Italia, già approvato dall’ (). Si tratta del Fremanezumab, “un anticorpo monoclonale, che agisce bloccando l’attivita del Cgrp, la proteina che scatena l’attacco di emicrania”, come spiega il neurologo , presidente dell’Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee (ANIRCEF). Il medicinale presenta efficacia superiore e nessuna tossicità rispetto ai farmaci usati fino ad oggi, bloccando il dolore in modo duraturo, anche per più di un mese. L’emicrania è una patologia neurologica che causa forte mal di testa, nausea e fastidio alla luce e influisce negativamente sulla qualità di vita di chi ne è affetto. In Italia, sono circa 5 milioni le persone a soffrirne, mentre nel mondo superano il miliardo. Secondo un recente studio, l’emicrania risulta essere la sesta malattia più invalidante e ha un costo di circa 18 miliardi di euro l’anno in termini di produttività e giornate di lavoro perse.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità