Sant’Antimo. Estorsione e maltrattamenti ai danni dei genitori: arrestato 30enne

Questa mattina, nell’ambito di indagine coordinata dalla Procura di Napoli Nord, i Carabinieri della Tenenza di Sant’Antimo hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di un 30enne di Sant’Antimo gravemente indiziato di maltrattamenti e di estorsione ai danni dei genitori. Le indagini sono partite dalle querele sporte dalla madre e dal padre i quali hanno denunciato ai Carabinieri di Sant’Antimo gravi episodi di continui maltrattamenti, minacce e lesioni di cui erano vittima da anni da parte del figlio in continua ricerca di denaro. Particolarmente allarmante il racconto di quanto accaduto al padre che, sebbene invalido e costretto su una sedie a rotelle, venne aggredito dal figlio con un corpo contundente e in un’occasione addirittura cacciato di casa e lasciato fuori sulla sedie a rotelle, sempre per ottenere denaro. Dopo i primi accertamenti i Carabinieri hanno informato la Procura che ha richiesto e ottenuto l’ordinanza di custodia cautelare, con traduzione dell’arrestato nella casa circondariale di Poggioreale.