Avellino all’ultima spiaggia: ultimo ricorso poi sarà fallimento

Il Consiglio Federale della FIGC, acquisito il parere negativo della Covisoc, ha escluso l’Avellino dalla prossima serie B. La società irpina può giocarsi l’ultima carta, ovvero il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni da presentare entro il 23 luglio. La sentenza definitiva arriverà il 26.
Decisivo come detto il parere della Covisoc: prima fideiussione con la Onix non valida, fuori anche la seconda, la terza non è stata presa nemmeno in considerazione.
Si tratta della terza esclusione dalla prossima Serie B, dopo Bari e Cesena. L’Avellino però, rispetto, a queste due squadre, farà ricorso per cercare di mantenere la serie cadetta fino all’ultimo.
Le possibili ripescate al campionato di Serie B, al momento, sono Catania, Novara e Siena. La Ternana però, retrocessa nell’ultimo campionato, ha fatto ricorso contro la sentenza che annulla il divieto di ripescaggio per chi è stato penalizzato negli anni scorsi e in quel caso Catania e Novara verrebbero estromesse dalla graduatoria, dando spazio probabilmente alla Ternana stessa e a una tra Entella e Pro Vercelli.
Dalla A alla serie D, il calcio italiano è in totale confusione.