Brasile, attacco super e difesa blindata: 2-0 al Messico e quarti agguantati senza problemi

Tra le magnifiche otto del mondiale ci sarà anche il : battuto 2-0 un ottimo grazie alle reti di Neymar e Firmino. Sulla strada dei brasiliani stava per intromettersi Ochoa, il quale ha parato praticamente tutto e si è dovuto arrendere solo alle due reti a porta vuota dei calciatori di Tite. Migliore in campo in assoluto Willian, una furia sull’out di destra.

LA PARTITA.  Il Messico, come tutti si aspettavano, parte forte con un pressing altissimo che ha messo in seria difficoltà il Brasile ad inizio partita. E la prima occasione del match è proprio sui piedi del Chucky Lozano, bravo ad approfittare di una respinta corta di Alisson ma la sua conclusione viene deviata provvidenzialmente da Miranda in calcio d’angolo. Con il passare dei minuti, però, il Brasile riesce a superare la pressione degli attaccanti messicani e a puntare la porta di Ochoa. Il primo a provare ad impensierire il portiere del Tricolor è, manco a dirlo, Neymar autore di una super giocata tra due avversari ma la sua conclusione è poco pericolosa. Successivamente è Gabriel Jesus a provare ad imitare il suo compagno, dribblando due uomini ma anche lui deve fare i conti con i riflessi di Ochoa. La partita è bloccata sullo zero grazie soprattutto all’estremo difensore messicano e nella mente di Neymar e compagni riaffiora il ricordo della partita di quattro anni fa, quando nel girone di qualificazione fu sempre Ochoa a parare l’impossibile e a fissare il punteggio sullo 0-0. Sfortunatamente per il Messico, però, questa volta in campo c’è un giocatore che nella ripresa ha spaccato la partita: Willian Borges. Dai suoi piedi nascono le migliori occasioni per il Brasile e pochi minuti più tardi dal ritorno in campo duetta con Neymar con uno scambio di altissima classe trovando il vantaggio meritato per il Brasile con l’asso del PSG. Willian è scatenato e prima una sua conclusione e poi ancora un passaggio chiave per Neymar avvicinano i Verdeoro al raddoppio. Raddoppio che arriva quasi a fine partita con un recupero a centrocampo di Fernandinho che lancia in campo aperto il solito Neymar, il suo tocco supera Ochoa e arriva sui piedi dell’accorrente Firmino. 2-0 e ipotecati.

Il Brasile, quest’oggi, ha dimostrato di essere la squadra più completa del Mondiale. Attacco supersonico ma anche la difesa è super. Thiago Silva e soci non hanno concesso praticamente nulla ai veloci attaccanti del Messico e Alisson non ha dovuto effettuare nessuna parata. Ora la Seleçao attende l’avversario nei quarti tra Giappone e Belgio. Unico neo della partita di oggi il cartellino giallo di Casemiro, diffidato salterà il prossimo incontro.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità