Castellammare, Cimmino: “Domus Stabiae, eventi e spettacoli di alto profilo fino alla prossima primavera”

Nota Stampa. Castellammare di Stabia. “Abbiamo consegnato stamattina alla Regione Campania la progettazione per la partecipazione al POC Campania 2014-2020, il progetto di valorizzazione turistica del territorio, giunto alla sua seconda edizione, che prevede eventi e spettacoli fino alla primavera 2019 nelle location artistico-architettoniche della città”. Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia. Il primo cittadino riprende il programma di Pannullo. La città delle Acque parteciperà al bando della Regione Campania riproponendo un progetto artistico in gran parte identico a quello già presentato dall’amministrazione precedente. Saranno di nuovo Peppe Barra e Lina Sastri i nomi più rilevanti del calendario di eventi che Castellammare chiede di finanziare per la promozione culturale della città. Identiche anche le location dalla Villa Comunale, alla Reggia di Quisisana fino alle Ville di Stabia. “Il progetto ‘Domus Stabiae’ prevede la partecipazione di artisti di spessore nazionale ed internazionale, tra cui anche Peppe Barra e Lina Sastri. – prosegue Cimmino – Abbiamo messo a punto la struttura progettuale in tempi strettissimi allo scopo di rispettare la scadenza, fissata per oggi, per la presentazione del piano di lavoro alla Regione Campania. Nonostante lo scetticismo di qualche forza politica di opposizione, siamo riusciti a portare a compimento un progetto di grande rilevanza che passerà ora al vaglio della Regione. Il nostro obiettivo consiste nel creare un’offerta integrata di possibilità e occasioni, che valorizzino risorse locali, siti e beni culturali, garantendo una concreta interazione con albergatori, ristoratori e titolari di pubblici esercizi. – sottolinea Cimmino – Il progetto sarebbe cofinanziato dalla Regione, che dovrebbe investire 70mila euro, e dal Comune, la cui partecipazione equivale a circa 57mila euro. Gli eventi e gli spettacoli sono programmati in Villa Comunale, nelle Antiche Terme, negli Scavi di Stabia, nella Reggia di Quisisana e nei teatri cittadini e saranno distribuiti tra l’estate in corso, l’Immacolata, le festività natalizie e la prossima primavera, allo scopo di incrementare i flussi turistici valorizzando l’impronta artistica e culturale del nostro territorio”.