Castellammare. Dopo 5 mesi via Varano ancora una volta ricettacolo di rifiuti (IL VIDEO)

Castellammare di Stabia. Amianto, materiale di risulta, pneumatici, addirittura una coppia di cingoli in gomma appartenenti probabilmente ad un escavatore o ad un trattore e rifiuti urbani. C’è praticamente di tutto a Via Varano che, ancora una volta, è diventata una discarica a cielo aperto. La strada di collegamento a Villa Arianna, uno dei due siti archeologici aperti in città, è chiusa al traffico veicolare ma, in questi giorni, poichè più vicina ai due alberghi siti su Viale delle Puglie, è percorsa dai tanti turisti che, giunti in città, si recano a Villa Arianna. Non è la prima volta che l’azienda di Nettezza Urbana ha effettuato interventi straordinari lungo la strada. L’ultimo, in ordine di tempo, risale allo scorso Febbraio quando alla guida di Palazzo Farnese c’era il Commissario Cupello. Questa volta toccherà al neo sindaco Cimmino intervenire sulla questione. Non è l’unica zona in città adibita a discarica abusiva, le strade abbandonate e di periferia vengono prese di mira da criminali che, illegalmente, si sbarazzano di rifiuti spesso molto pericolosi per l’ambiente ma soprattutto per la salute.