Castellammare. Scafarto probabile assessore di Cimmino

Castellammare di Stabia. E’ più di una indiscrezione politica quella che vuole il capitano dei carabinieri Gianpaolo Scafarto tra i neo assessore della giunta Cimmino. In questi giorni ci sono stati numerosi contatti telefonici tra il neo sindaco e l’ufficiale dei carabinieri diventato famoso in Italia per il caso Consip. Sul nome di Scafarto, stabiese di nascita  e vive con la famiglia nella città delle acque, ha subito storto il naso l’ex sindaco di centro destra, il magistrato Luigi Bobbio che sulla sua pagina Facebook ha scritto: “Per la giunta di Castellammare non ci piacciono gli assessori abituati a vivere e lavorare inchinati davanti alle Procure”. La sua eventuale nomina creerebbe imbarazzi anche in famiglia visto che il suocero Francesco Coppola è uno dei Verdi della prima ora, da sempre impegnato nelle battaglie ecologiste ed è stato assessore nella giunta di centro sinistra degli anni Novanta del sindaco comunista Catello Polito. Su Scafarto ha dato l’ok la Lega, pare non ci sia l’assenso di Ernesto Sica eletto in quota Fratelli d’Italia. La composizione della squadra di governo della città sembra più difficile di quanto previsto, il neo primo cittadino Cimmino ha promesso di presentare la giunta entro fine settimana, una promessa, alla luce dei fatti, difficile da mantenere.