I due (B)aby talenti viola scelgono Foggia: Gori e Ranieri, potenziali eredi di Torres e Pasqual e un’occasione tutta rossonera!

Doppio colpo ufficiale per il Foggia che prende in prestito secco Gabriele Gori e Luca Ranieri, entrambi classe ‘99, provenienti dalla Primavera della Fiorentina. Gori, attaccante e Ranieri, terzino sinistro, sono già in ritiro a Ronzone con la squadra di Grassadonia.
Due baby talenti definiti dal proprio agente, Giocondo Martorelli, come i nuovi Chiesa e Bernardeschi. Paragone azzardato, ma che certamente suscita le fantasie dei tifosi rossoneri, da sempre avvezzi ai giovani calciatori di talento.
Di talento, Gabriele Gori ne ha tantissimo: una passione sbocciata tra gli angoli e il giardino di casa sua, così grande da “costringere” sua mamma a iscriverlo a scuola calcio, nonostante fosse ancora troppo piccolo.

Un baby bomber, il classico numero 9 con il fiuto del goal: durante il torneo Under 12 “Europe Cup” viene notato dalla Fiorentina che decide di portarlo nel proprio settore giovanile. Migliora la sua tecnica e grazie alle sue buone prestazioni viene chiamato negli esordienti fino a diventare uno degli attaccanti più promettenti provenienti della cantera viola. In famiglia però potrebbe trovarsi un suocero, anzi uno “zio” difensore, visto che da qualche anno è fidanzato con Sara, figlia di Beppe Bergomi. L’ex capitano dell’Inter che ha conosciuto Gabriele durante un torneo in Sardegna, è spesso presente alle sue partite, dove è tornato ad esultare in uno stadio come non faceva da tempo.


E se per certi versi Gabriele ricorda molto lo spagnolo Fernando Torres, il suo compagno Luca Ranieri è ritenuto l’erede naturale dello storico capitano Pasqual.

Dopo aver sostenuto dei provini con il Milan, è la Fiorentina a soffiarlo alla concorrenza: Luca Ranieri diventa così il terzino sinistro titolare della squadra e ottiene anche la convocazione in Nazionale U16 e successivamente in Nazionale U17 e U18 per un totale di 13 presenze.

Si afferma soprattutto nella stagione 2016/17, quando, oltre alle 6 presenze con l’U18 e le 20 in Primavera, viene convocato da Paulo Sousa per il ritiro di Moena con la prima squadra.
Solito giocare sulla fascia sinistra, e all’occorrenza spostarsi anche al centro della difesa, Luca è dotato di un ottimo mancino e doti tecniche e tattiche.

La scorsa estate con la Fiorentina ha rinnovato il suo contratto fino al 2021 e per la stagione 2018/19 si vedrà in rossonero… Ma San Siro può aspettare: ad accoglierlo è lo Zaccheria e il rossonero è quello del nuovo Foggia di Grassadonia.