Il muro giallo non crolla mai: la Svezia elimina anche la Svizzera e vola ai quarti di finale

La Svezia è ai Quarti di Finale di un Mondiale. Premessa: ogni partita e ogni vittoria della Svezia in questa competizione verrà guardata con tanta, troppa invidia dall’Italia. Ma è acqua passata (no non è vero!). Intanto gli svedesi nell’Ottavo di finale contro la Svizzera hanno vinto 1-0 grazie alle rete di Forsberg. Un risultato incredibile per il cammino dei ragazzi di Andersson, i quali hanno eliminato Olanda e Italia nel turno di qualificazione, la Germania nei gironi e adesso gl Elvetici. Solo applausi per una squadra da un tasso tecnico decisamente basso soprattutto dopo l’addio di Ibrahimovic ma con un’organizzazione tattica da top team. E il passaggio del turno di oggi è stato anche assolutamente meritato, per le occasioni capitate a Berg e ad Ekdal nel primo tempo e per un’attenzione nel ripartire in modo efficace nella seconda frazione. E proprio nel secondo tempo è arrivata la rete del match di Forsberg, bravo a saltare il suo diretto avversario ma fortunato a trovare una deviazione che batte Sommer, fino a quel momento il migliore in campo per le ottime parate.
Dopo la rete del vantaggio, la Svezia ha continuato a proporre il proprio gioco, anzi non gioco. Ma la Svizzera non è capace di fare meglio, e imita in tutto e per tutto la partita dell’Italia dello scorso novembre contro gli svedesi, ovvero con cross dalla trequarti o dal fondo sempre preda dei giganti del nord. Shaqiri, l’uomo che avrebbe potuto fare la differenza non ha mai provato l’uno contro uno e non ha quasi mai calciato verso la porta di Olsen.
Svezia che continua, dunque, il proprio cammino in Russia e per certi versi lo fa anche meritatamente. Al prossimo turno toccherà a Inghilterra o Colombia. Entrambe chiaramente più forti, ma entrambe sono avvisate. Con questa squadra non si scherza e se una delle due dovesse sottovalutare la partita non avrebbero vita facile. La Svezia ci crede. La Svezia sogna. L’Italia si mangia le mani.