Marianna, la giovane imprenditrice tra i partecipanti de “Il Contadino cerca moglie” (IL VIDEO)

Castellammare di Stabia. Una stabiese parteciperà al programma “Il Contadino cerca moglie 2018” giunto ormai alla quarta edizione. Il programma andrà in onda su Fox Life il prossimo autunno e tra i protagonisti ci sarà una stabiese DOC conosciuta per la sua attività di famiglia. I casting on line, partiti lo scorso giugno, si sono chiusi ieri: tutti i pretendenti e le pretendenti corteggiatori e corteggiatrici si sono presentati al popolo del web speranzosi di poter incontrare l’anima gemella.
Marianna, con un diploma in Ragioneria, da tre anni si occupa della coltivazione di pomodorini di collina. Tutto è cambiando quando ha proposto al padre Dino di riqualificare la loro produzione di pomodorini di collina, dando vita al marchio “DAMA”, acronimo del suo cognome e nome. In lei convivono due anime. La mattina è contadina e la sera, invece, sfoggia tutta la sua femminilità da imprenditrice e si da alle pubbliche relazioni. L’azienda di Marianna si estende per tre ettari sulla collina di Castellammare di Stabia, in località Quisisana, in terreni che costituivano la riserva di caccia di Federico II di Borbone e da cui si gode di una vista spettacolare sul Golfo e sul Vesuvio. Marianna fa tutto da sola: semina, coltiva, produce e vende pomodori “di nicchia” – due varietà tipiche dell’area stabiese come il pendolino e la lampadina – rivolti soprattutto ai ristoranti stellati. Marianna è single da circa 6 mesi, dopo una storia con un allevatore di bufale che “voleva fare l’eterno fidanzato” si sente pronta per una relazione stabile con un uomo interessato a un progetto di vita concreto. Cerca un uomo più grande, preferibilmente alto e con gli occhi chiari, elegante e di bella presenza, ma soprattutto che la riempia di attenzioni e la faccia ridere. Marianna vorrebbe trovare un uomo che alla fine della dura giornata lavorativa nei campi le dica “Amore a te adesso penso io”. Si definisce passionale, vulcanica, carnale e pretende che il suo futuro compagno sia capace di mantenere “accesa” questa fiamma.