Meteo. Da settimana prossima Italia divisa in due: grandine al nord, oltre 40 gradi al sud

La nuova settimana sarà caratterizzata da due eventi principali: una nuova fase di maltempo pilotata dalle correnti norvegesi e il ritorno in grande stile dell’anticiclone africano Caronte. Dopo un Lunedì 9 soleggiato ed estivo, da Martedì 10 la rapida discesa di una bassa pressione norvegese che raggiungerà repentinamente le Alpi farà peggiorare il tempo dapprima sull’Alto Adige e sul Friuli Venezia Giulia con qualche temporale, e poi tra Mercoledì 11 e Giovedì 12 innescherà fenomeni violenti anche sulla Pianura padana con grandinate e locali trombe d’aria, scatenate proprio da quest’aria più fredda di origine scandinava che riuscirà ad entare dalla Porta della Bora attraverso quell’altipiano del Carso troppo spesso incapace di difenderci, in passato, come ora. Sarà un vero e proprio attacco vichingo al cuore dell’Estate, ma in poche ora passerà perché dall’Africa è pronto un nuovo colpo di scena.
Venerdì 13 e poi Sabato 14 tornerà con estrema violenza Caronte, il famoso anticiclone africano che non poteva che prendere il nome dal traghettatore infernale dantesco: il caldo aumenterà prepotentemente al Centro-Sud e poi anche al Nord, acquistando caratteristiche addirittura sub-tropicali: il sole e il caldo saranno implacabile, e per brevità citiamo i 37°C in Calabria e Puglia, i 42°C sulle zone interne di Sardegna e Sicilia.
Ma come spesso è accaduto in questa turbolenta Estate, anche questa ondata di caldo sarà un fuoco di paglia: già nel corso di Domenica 15 una forte perturbazione nord-atlantica pilotata dal Ciclone Islandese comincerà a seminare violenti temporali al Nord che poi successivamente nel corso di Lunedì 16 e Martedì 17 si propagheranno anche al Centro e parte del Sud.