Mondiali 2022, Infantino: “Si giocheranno dal 21 novembre al 18 dicembre”

NYON, SWITZERLAND - JULY 03: UEFA General Secretary Gianni Infantino speaks during the UEFA 2014/15 Futsal Cup Preliminary and Main Round Draw at the UEFA headquarters, The House of European Football, on July 3, 2014 in Nyon, Switzerland. (Photo by Harold Cunningham/Getty Images for UEFA)

Gianni Infantino, presidente della Fifa, ha ufficializzatoquello che era stato annunciato negli scorsi anni: il prossimo Mondiale nel 2022 in Qatar si svolgerà dal 21 novembre al 18 dicembre e comporterà uno stravolgimento del calendario calcistico internazionale per le stagione 2021-2022 e 2022-2023.
A chi gli ha chiesto se il prossimo Mondiale verrà disputato a 32, nella formula attuale, o a 48 squadre, come avverrà a partire dal torneo del 2026, Infantino ha risposto: «Ne discuteremo nei prossimi mesi, per prima con il Qatar. La decisione di allargare la competizione a 48 squadre arriva dopo un’analisi molto esaustiva. Sono aumentate le Federazioni e la qualità globale del calcio. Da questo Mondiale sono rimaste fuori Camerun, Cile, Stati Uniti, Turchia, oltre a Nazionali storiche come l’Italia o l’Olanda. Chi avrebbe mai detto che la Croazia sarebbe arrivata in finale? Così però è stato. In ogni caso, non si è ancora deciso se ci saranno 48 squadre in Qatar. Bisognerà parlarne con gli organizzatori. E lo stiamo facendo. Al momento tutto è possibile, ma faremo un’analisi dettagliata nei prossimi mesi».
La possibilità dell’ampliamento da 32 a 48 squadre comporterebbe anche l’allargamento dei Mondiali 2022 dal Qatar ad altri Paesi della regione come Arabia Saudita ed Emirati Arabi, dato che gli 8 stadi in costruzione in Qatar non sarebbero sufficienti ad ospitare 48 squadre (ne servirebbero almeno 12) Una mossa che servirebbe anche ad allentare le tensioni politiche presenti nella regione.
Fonte: CorrieredellaSera