Salta la ricapitalizzazione, il Bari dice addio alla B: cancellati oltre 100 anni di storia

La ricapitalizzazione del Bari è saltata e il club dice addio al calcio professionistico. Le speranze di salvataggio del Bari sono svanite definitivamente oggi pomeriggio quando la cordata composta dagli imprenditori Andrea Radrizzani e Ferdinando Napoli ha fatto sapere di non acquistare più le quote inoptate (68%) dai soci Cosmo Giancaspro e Gianluca Paparesta. “Questo e’ un brutto giorno non solo per il calcio barese, ma per tutta la citta’. E’ il giorno di una sconfitta, che brucia mille volte di piu’ di tutte le sconfitte sul campo. Ci abbiamo provato tutti a fare tutto quello che era possibile – dice il sindaco Decaro – Ho provato anche io, forse andando oltre le competenze di un sindaco. L’ho fatto da responsabile di una grande comunita’, l’ho fatto da cittadino e anche da tifoso. Ora pero’ non bisogna mollare. Dobbiamo continuare con tutte le nostre forze a lavorare perche’ a Bari il calcio non finisca in questo pomeriggio di luglio. Non lo merita la citta’, non lo meritano i suoi tifosi”.