Thailandia. Quinto ragazzino salvato: in giornata tutto il resto della squadra

La Thailandia attende con il fiato sospeso la conclusione delle operazioni di salvataggio della squadra di baby calciatori e del loro allenatore, rimasti intrappolati da oltre 15 giorni in una grotta.
I quattro ragazzi salvati finora sono in buone condizioni e al momento si trovano in ospedale. Lo ha riferito il ministro dell’Interno thailandese Anupong Paochinda ai media locali. Rimangono da recuperare gli altri otto ragazzi e il loro coach Ake. Alle operazioni di soccorso, che stanno per riprendere, parteciperà lo stesso team di sub che ha estratto dalla caverna i primi quattro ragazzi. I quattro ragazzi thailandesi che sono riusciti a uscire ieri dalla grotta Tham Luang sono in buone condizioni di salute.
Lo ha dichiarato questa mattina il ministro dell’Interno, Anupong Paochinda, mentre all’esterno della grotta non e’ ancora stata annunciata la ripresa delle operazioni per riportare in superficie gli altri otto giovani calciatori e il loro allenatore.
Le operazioni di soccorso sono ripartite e dovrebbero concludersi tra poche ore.
Approfittando del lieve abbassamento del livello dell’acqua, diciotto soccorritori hanno fatto il loro ingresso nella grotta per raggiungere la stanza in cui si trovano gli otto ragazzi e il loro allenatore. Il piano è quello di portarli fuori in sequenza, ognuno affiancato da due soccorritori.
Poco prima del loro ingresso, era stato un medico a raggiungere i giovanissimi per una visita che ha confermato la loro idoneità all’operazione.
Se tutto procederà senza intoppi, tutti potrebbero tornare in superficie già oggi pomeriggio, le 21 ora locale.
Intanto le emittenti thailandesi hanno confermato che il quinto ragazzino è stato salvato ed è già tornato in superficie, pronto per essere trasferito immediatamente in ospedale.