Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
AttualitàItaliaUltime Notizie

Wikipedia Italia in protesta contro la riforma sul copyright e oscura le sue pagine

La versione italiana di Wikipedia ha oscurato le sue pagine come segno di protesta per la riforma sul copyright in discussione in questo momento nell’Unione europea. La clamorosa iniziativa arriva a distanza di due giorni dal voto, previsto il 5 luglio, del Parlamento europeo che in seduta plenaria dovra’ decidere se accelerare l’approvazione della direttiva sul diritto d’autore. “Tale direttiva, se promulgata, limitera’ significativamente la liberta’ di Internet”, si legge nei comunicato dei wikipediani, “perche’ minaccia la liberta’ online e crea ostacoli all’accesso alla Rete imponendo nuove barriere, filtri e restrizioni. Se la proposta fosse approvata, potrebbe essere impossibile condividere un articolo di giornale sui social network o trovarlo su un motore di ricerca. Wikipedia stessa rischierebbe di chiudere”. ( Per questi motivi, prosegue la nota, “la comunita’ italiana di Wikipedia ha deciso di oscurare tutte le pagine dell’enciclopedia. Vogliamo poter continuare a offrire un’enciclopedia libera, aperta, collaborativa e con contenuti verificabili. Chiediamo percio’ a tutti i deputati del Parlamento europeo di respingere l’attuale testo della direttiva e di riaprire la discussione vagliando le tante proposte delle associazioni Wikimedia, a partire dall’abolizione degli artt. 11 e 13, nonche’ l’estensione della liberta’ di panorama a tutta l’UE e la protezione del pubblico dominio”. La nuova direttiva sul copyright nel mercato unico digitale nei giorni scorsi aveva anche suscitato un appello di una settantina di ricercatori, inclusi quelli che sono considerati i “padri della Rete”, come Tim Berners-Lee e Vint Cerf. In una lettera indirizzata al presidente dell’europarlamento Antonio Tajani, si opponevano proprio all’articolo 13 che chiede alle piattaforme di condivisione di contenuti online di filtrare preventivamente quanto viene caricato.

Antonio Carlino

Tags
Close

Adblock Attivo

<strong>ATTENZIONE:</strong> OnlineMagazine.it è un portale completamente gratuito composto da ragazzi, la maggior parte dei quali studenti universitari. Il nostro sito vive grazie alla pubblicità ma abbiamo deciso di limitarne estremamente l’utilizzo tramite pochi e semplici banner non invasivi, del tutto integrati all’interno del template. <br/><strong>Su Online Magazine non troverete:</strong> <ul> <li>Site Skins (intero sfondo con pubblicità)</li> <li>Banner a comparsa a tutto schermo</li> <li>Banner a comparsa nell’angolo in basso a destra</li> <li>Video con audio fastidioso</li> <li>Banner che superano le dimensioni standard iAB</li> <li>Banner che compaiono automaticamente mentre leggete un articolo</li>.<br/>E inoltre anche chi amministra questo sito è “un utente del Web” ed è perfettamente cosciente di quanto possano essere “fastidiose” le pubblicità quando diventano troppo numerose oppure estremamente invasive.<strong> Su OnlineMagazine.it non troverete mai nulla di tutto questo</strong> <strong>quindi vi chiediamo di disattivare l’utilizzo dell’AdBlocker sul nostro sito.</strong><br/>Per farlo, basta cliccare sull’icona dell’estensione AdBlock o uBlock del vostro browser e <strong> scegliere di disattivarlo soltanto su questo sito</strong>. Adblock continuerà a funzionare su tutti gli altri siti Web<br/> <b>GRAZIE </b>